Il miglio è uno dei cereali meno utilizzati nelle cucine italiane, un cereale senza glutine (se decorticato) che si presenta in piccoli semi di colore chiaro. Scopriamo insieme le ottime proprietà di questo cereale, un grande amico dell’organismo e soprattutto dei capelli. Scopriamo anche come usarlo in cucina, nella sua ricetta base e preparato in ottime polpette! 

miglio decorticato

Il Miglio

Il miglio è un cereale poco utilizzato nelle cucine italiane, dove regna sovrano il frumento e la farina di grano tenero. Come farro, segale, orzo e avena, il miglio è un membro della famiglia delle graminacee. Il suo nome botanico è panicum miliaceum, in inglese si chiama millet.  

Il miglio si presenta in dei granelli rotondi molto piccoli, che di solito non superano il diametro di 1-2 millimetri. Questo cereale poco usato in cucina è ricco di proprietà nutritive e di proteine: dal 16% al 22% del loro peso. Mangiare miglio con regolarità è utilissimo per i capelli, unghie e apparato digerente, continua a leggere per scoprire tutte le sue proprietà!

Il cereale è stato utilizzato in Europa ed in Asia fin da tempi antichi. Gli esperti concordano sul fatto che le piante della famiglia del miglio siano coltivate da circa 6.000 anni. Il rimo addomesticamento del cereale avvenne in Asia e in Africa, dove il miglio trova una particolare utilità. Questa pianta infatti è molto importante per le terre più aride, perchè la sua particolarità è quella di aver bisogno di quantità di acqua molto inferiori per la sua crescita rispetto ad altri cereali. 

Miglio decorticato

miglio per i capelli

Il miglio si consuma di solito decorticato. Cosa significa? Vuol dire che dopo essere raccolto il cereale è sottoposto ad un processo di raffinazione, che ne rimuove gli strati esteriori. Nel caso della maggior parte dei cereali si tratta di una grande perdita, perchè il processo di raffinazione elimina delle componenti importanti del chicco, come l’aleurone e il germe. 

In questo caso invece l’esfoliazione  è un processo necessario per mangiare i piccoli chicchi del cereale. Si eliminano gli strati esteriori del chicco, così sottili e resistenti da risultare non digeribili. 

Il miglio fa ingrassare?

Il miglio è un cereale leggero e facile da digerire, molto indicato per chi svolge un’attività di tipo intellettuale, per chi ha problemi digestivi e per le donne in gravidanza. In più il miglio è privo di glutine, ed anche per questo è tornato di moda in tempi recenti. Risponde infatti alle esigenze delle migliaia di persone che hanno scoperto essere intolleranti al glutine. 

Non si tratta di un alimento che fa ingrassare, sempre se inserito all’interno di una dieta equilibrata e di uno stile di vita sano. Il miglio è ricco in carboidrati e proteine, un cibo perfetto per chi ha bisogno di molta energia e leggerezza!

Ecco i valori nutrizionali del miglio decorticato per 100gr di prodotto:

  • Valore energetico kcal 367 / kj 1.554
  • Carboidrati 70,6 g
  • Proteine 11,2 g
  • Grassi 3,8 g – di cui saturi: 0,79 g
  • Fibre 2,9 g
  • Fosforo 0,0003 g
  • Sodio 0,0008 g

Miglio proprietà

miglio proprietà

I piccoli semi di questo cereale sono ricchi di proprietà: fai il pieno di minerali, proteine e carboidrati con un alimento leggero e facile da digerire! Vediamo insieme le proprietà di questo cereale e scopriamo in quali ambiti è un grande alleato dell’organismo. 

Tutte le proprietà del miglio

  • Miglio per i capelli: il cereale è ricco di acido salicilico, rendendolo un ottimo alleato per i capelli. Mangiarne con regolarità aiuta a mantenere i capelli forti, sani e folti. Si tratta di un alimento importante anche per chi soffre di perdita dei capelli, che può essere arrestata o inibita grazie all’acido salicirico. 
  • Buona salute di denti e unghie: anche chi ha denti e unghie deboli può trarre grandi benefici dalle proprietà di questo cereale. Oltre all’acido salicirico, che aiuta molto anche in questo ambito, il miglio è anche ricco di fosforo, ferro, magnesio e potassio. Dei minerali essenziali per la salute di ossa e cartilagini.
  • Energia e leggerezza: il miglio è un alimento altamente nutritivo, ma leggero. Perfetto dunque per chi ha bisogno di tanta energia ma soffre di problemi digestivi. 

Miglio ricette

miglio ricette

Sei interessato a provare a mangiare il cereale ma non sai come cucinarlo? Vediamo insieme come cucinare il miglio, la ricetta base e come fare le famose polpette di miglio, una vera prelibatezza (vegana e poco calorica)!

Come cucinare il miglio? La ricetta base

Hai comprato il cereale per la prima volta e non sai come cucinarlo? Segui le indicazioni per la ricetta base, avrai finito in circa 20 minuti! La cottura dei piccoli granelli è davvero molto semplice, in pochi passi avrai un’ottima alternativa alla solita pasta. Da condire a piacimento con verdure di stagione. 

Ricetta base – ingredienti: 

  • Miglio
  • Acqua

Per la cottura: 

  1. La prima cosa da fare è lavare il miglio. È importante lavarlo 3 o 4 volte, fino a che non siano sparite tutte le scorie e la polvere accumulata tra i piccoli granelli. all’inizio l’acqua sarà torbida, alla fine del processo limpida.
  2. Questo passaggio è facoltativo, ma da al cereale un gusto più intenso. Una volta scolati tutti i grani li si può mettere in una padella capiente con un filo d’olio, per una tostatura qualche minuto. 
  3. Mettere sul fuoco una pentola abbastanza capiente con un volume d’acqua circa il doppio di quello del miglio. Quando l’acqua bolle versare i piccoli grani e lasciare cuocere per circa 20 minuti..scolare e il miglio è pronto!

Polpette di miglio

polpette di miglio

Un altro modo molto popolare per mangiare questi piccoli granelli gialli è farne delle gustose polpette. Assolutamente da provare, specialmente per chi è un amante dei burger vegetariani

Preparazione: 

  1. Prepara circa 200 gr di miglio decorticato secondo la ricetta base – adatta la quantità alle tue esigenze. Con questa ricetta portai fare delle piccole polpette o dei burger un po’ più grandi!
  2. In una padella versa un po’ di olio e fai saltare i seguenti ingredienti: carote tagliate a cubetti, cipolle, piselli (o altre verdure di stagione tagliate a piccoli cubetti)
  3. Versare le verdure saltate e il miglio in una ciotola abbastanza capiente e aggiungere erbe e spezie: cumino, prezzemolo, aglio tritato fresco, noce moscata (si possono usare i propri aromi preferiti). 
  4. Preparare le polpette o i burger vegetariani facendo delle piccole palle con le mani. Poi rotolarle in un composto di pan grattato e giallo d’uovo. 
  5. Cottura: per una cottura più leggera mettere le polpette in una teglia e scaldarle in forno a 180 gradi fino a che non siano dorate. Un’alternativa più gustosa è invece quella di friggere i burger in padella con olio extravergine di oliva. Buon appetito!