La dieta del minestrone è una dieta monopiatto a basso regime calorico, che si basa proprio sul consumo del minestrone. Questa dieta fu inventata da un medico statunitense, e pensata per un forte dimagrimento in vista di operazioni chirurgiche molto invasive. Sebbene la dieta possa essere stata utile a pazienti con problemi di obesità, la sua diffusione come metodo per perdere 5 kg in una settimana non è ben visto da medici e nutrizionisti

dieta del minestrone
*

La dieta del minestrone

Dimagrire e perdere fino a 5 kg in una settimana non è una buona strategia per perdere peso in modo sano e duraturo. Al contrario. Si tratta di un modo per perdere liquidi e massa muscolare (in effetti con questa dieta non si bruciano grassi), sottoponendo l’organismo ad uno stress molto forte. I 5 kg persi in una settimana sono quasi sempre ripresi nelle settimane successive alla dieta, non appena si reintroducono carboidrati, proteine e grassi. Il cosiddetto effetto yo-yo è particolarmente accentuato in questo contesto. 

In generale questa dieta non apporta alcun vero vantaggio all’organismo. Se si vuole dimagrire e tornare al proprio peso forma in modo sano e definitivo, è necessario cambiare radicalmente il proprio stile di vita. Per quanto riguarda il regime alimentare da adottare, è utile rivolgersi ad un nutrizionista, che possa fornire delle indicazioni serie e personalizzate. 

Come funziona la dieta del minestrone

La dieta del minestrone funziona? Questa dieta è stata molto criticata da nutrizionisti ed esperti di alimentazione. Le ragioni sono molte, ma in generale si può dire che si tratta di una dieta non equilibrata. I risultati ottenuti in una settimana seguendo questo regime sono illusori, perchè come già accennato, seguendo questa dieta non si  perdono grassi, ma tessuti muscolari e liquidi. La dieta ha anche qualche aspetto positivo, perchè aiuta a disintossicare l’organismo e a regolare i livelli di grasso e zuccheri nel sangue. In generale però, si tratta di un regime alimentare sconsigliato da tutti gli esperti. Vediamone il funzionamento. 

Questa dieta dura 7 giorni, e si può prolungare per una seconda settimana. È fortemente sconsigliato continuare la dieta del minestrone per più di due settimane, perchè l’assenza di nutrienti primari può portare a dei forti scompensi per l’organismo. L’obiettivo della dieta è quello di perdere fino a 5 kg in una settimana, anche se per ogni individuo i risultati raggiunti sono differenti. 

La dieta prevede un dimagrimento drastico grazie ad un’alimentazione che prevede come piatto principale il minestrone (due porzioni a pasto) condito con un cucchiaino di olio d’oliva. Colazione e spuntini consistono in succhi di frutta non zuccherati, tè e caffè, mele e pere (sostituibili con frutta di stagione a scelta, escluse uva e banane). 

Nei giorni successivi la dieta prevede l’introduzione di latticini leggeri, come latte e yogurt scremati, un po’ di riso integrale e pietanze proteiche in piccole quantità come carne e pesce bianco. 

Perdere 5 kg in una settimana

La dieta del minestrone prevede proprio una perdita di peso drastica e veloce. Di solito si consiglia a chi la intraprende di pesarsi il primo giorno e poi il quarto giorno. Si dovrebbe già riscontrare la perdita di due tre chili di peso. 

*

La dieta è molto dura nei primi due giorni, soprattutto dal punto di vista psicologico. Questo regime infatti non permette a chi la segue di saziarsi completamente, sottoponendo mente e corpo ad un grosso stress. Si tratta quindi di una dieta poco equilibrata, che porta anche ai dei risultati piuttosto dubbi. 

Come già indicato, la perdita non è reale. La dieta infatti non va ad intaccare la massa magra, ma piuttosto i liquidi in eccesso e massa magra. Per questo motivo bisogna essere particolarmente attenti nel momento della ripresa, perchè l’effetto yo-yo può essere molto forte. Questo significa che i chili persi possono essere recuperati molto velocemente, spesso portando il peso anche 

Ingredienti per il minestrone bruciagrassi

Abbiamo capito che chiamare questo regime ‘dieta del minestrone bruciagrassi’ non è corretto. Questa dieta da l’illusione di perdere grasso, quando in verità si accanisce sui liquidi e i muscoli del corpo. 

Se comunque si vuole provare questa dieta, bisogna fare bene attenzione. Gli ingredienti del minestrone non possono essere casuali. Essendoci centinaia di ricette diverse per un buon minestrone, è normale chiedersi quale sia quella giusta in questo caso. Nella dieta del minestrone, la ricetta originale prevede un minestrone di sole verdure

Gli ingredienti per il minestrone di questo regime sono

  • Porri
  • Cipolle
  • Sedano
  • Carote
  • Pomodoro
  • Peperoni verdi e rossi
  • Verza
  • Rape
  • Spinaci
  • Cavolo

Si tratta di un minestrone ipocalorico. Un minestrone che non contiene legumi, cereali, pasta o patate, infatti, ha un bassissimo apporto calorico ed energetico. Calcolare le calorie del minestrone non è mai stato un gioco da ragazzi, visti i tantissimi ingredienti che lo compongono. Lo stesso vale per un minestrone di sola verdura, solo che in questo caso si può stare certi che l’apporto calorico generale è molto basso. 

Per quanto riguarda i grassi, gli unici concessi durante la settimana di dieta sono alcuni cucchiaini d’olio d’oliva a freddo e pochi grammi di burro da consumare con patate o contorni. 

Per i suoi effetti di dimagrimento immediato, la dieta del minestrone viene spesso chiamata dieta brucia grassi. Attenzione però, si tratta di un regime alimentare con molte controindicazioni, che come già spiegato non brucia veramente grassi, dando solo un’illusione di dimagrimento. 

Usare il minestrone surgelato

Quando si fa la dieta del minestrone è possibile usare minestrone surgelato? La risposta è: dipende. 

*

Molte persone non hanno tempo per preparare un minestrone di verdure fresche tutti i giorni. Lavoro, famiglia e impegni di ogni genere sono spesso tra i motivi della mancanza di tempo. Visto lo stile di vita frenetico di moltissimi uomini e donne, il minestrone surgelato può essere un’ottima soluzione. 

Se si vuole seguire la dieta nel migliore dei modi bisogna fare molta attenzione al tipo di minestrone surgelato che si decide di comprare. Proprio come nella ricetta originale infatti, il minestrone non deve contenere patate, pasta, cereali o legumi. Un classico minestrone con i fagioli, per esempio, non sarebbe adatto. 

Fare la dieta del minestrone usando il minestrone surgelato è possibile. Basta essere sicuri di acquistare un minestrone che contenga solo verdure (no legumi, tuberi, cereali) tagliate e surgelate. Attenzione anche agli altri ingredienti, che possono mettere in pericolo la riuscita della dieta. Sale, zucchero, esaltatori di sapore non dovrebbero essere presenti nella lista degli ingredienti del minestrone per questa dieta. 

Dieta del minestrone risultati

I risultati della dieta del minestrone sono naturalmente variabili da individuo ad individuo. Si tratta senza dubbio di una dieta molto restrittiva, che permette una perdita di peso drastica e repentina. 

Molto spesso, chi intraprende questa dieta per una settimana arriva a perdere anche 5 kg in sette giorni. Se si continua per qualche altro giorno, fino ad un massimo di due settimane, i chili persi saranno anche di più. 

Ma i risultati della dieta del minestrone non si contano solo in chili persi. Questo regime alimentare, oltre ai tanti difetti già elencati, ha anche alcuni pregi. Vediamoli: 

  • Fibre: questa dieta offre un ottimo apporto di fibre, grazie alla sua ricchezza in verdure e vegetali. 
  • Sali minerali: mangiare molto minestrone permette di ricaricare il corpo di sali minerali, contenuti in verdure come porri, cipolle, carote, cavoli e verze. 
  • Effetto diuretico: questa dieta stimola la diuresi con degli ottimi effetti per l’organismo. Per evitare la disidratazione si consiglia di bere 1,5-2l di acqua durante l’intero periodo della dieta. 
  • Vitamine: le tante verdure che fundono da ingredienti per il minestrone di questo regime sono ricche di vitamine A ed E, con grandi vantaggi per il corpo. Tuttavia non è chiaro se con la lunga cottura del minestrone le vitamine vengano perse. 
  • Detox:  in generale questa dieta aiuta ad eliminare tossine e scorie che si depositano nell’organismo.

Come abbiamo visto, oltre ai molti aspetti negativi, ci sono anche degli aspetti positivi nell’intraprendere la dieta del minestrone. Questo regime può aiutare a disintossicare l’organismo, dando una scossa al metabolismo e creando un’ottima occasione per eliminare tossine e scorie che si depositano nel corpo. 

Mantenimento dei risultati

La dieta del minestrone permette a chi la intraprende di perdere fino a 5 kg in una settimana, anche di più se la dieta continua per dei giorni aggiuntivi. Uno dei punti più forti per chi critica questa dieta è proprio questo. Mantenere i risultati ottenuti con la dieta del minestrone è molto difficile. Come molte altre diete che promettono risultati forti e repentini, anche la dieta del minestrone ha questo forte punto debole. I risultati ottenuti non sono quasi mai mantenuti

Questa dieta infatti non propone un regime alimentare equilibrato, che possa sostenere l’attività fisica e composto di tutti i nutrienti di cui l’organismo ha bisogno. Al contrario, questa dieta monopiatto propone un’alimentazione che porta ad una perdita di peso repentina, privando il copro delle sostanze nutritive di cui ha bisogno su base giornaliera. Tra le macro-categorie completamente ignorate ci sono carboidrati, grassi e proteine. Si tratta di una dieta che offre dei risultati nel breve termine, ma che spesso porta a risultati negativi (si riprende tutto il peso, e anche di più) nel medio-lungo termine. 

Le caratteristiche stesse della dieta rendono difficile il mantenimento dei risultati ottenuti. Una volta ripresa un’alimentazione normale ed equilibrata, reintroducendo grassi, carboidrati e vitamine, è normale riprendere peso. Alcuni riprendono solo alcuni dei chili persi, la maggior parte di chi prova questa dieta invece li riprende tutti, spesso prendendo ancora più peso rispetto al punto di partenza. 

L’effetto yo-yo è una caratteristica intrinseca di tutte le diete che propongono un dimagrimento drastico e repentino. rispettare il proprio corpo dignifica stare alla larga da questo tipo di diete e intraprendere un percorso diverso. Se l’obiettivo è perdere peso è necessario rivolgersi ad un nutrizionista per la stesura di un regime alimentare personalizzato. 

Opinioni

Tra nutrizionisti ed esperti di alimentaizone, la dieta del minestrone non è consigliata come metodo per la perdita di peso.

Si tratta di un regime ipocalorico, che sebbene abbia dei vantaggi (ricco in vitamine, fibre e con effetto detox) ha soprattutto numerosi svantaggi. Vediamoli: 

  • Perdita di peso illusoria: i 5 kg persi una settimana non intaccano la massa grassa. Quello che si perde sono tessuti muscolari e liquidi. 
  • Effetto yo-yo: questa dieta, come tutte quelle che offrono una perdita di peso veloce, non garantisce i risultati sul medio-lungo termine. Quasi sempre tutti i chili persi vengono ripresi. 
  • Regime alimentare squilibrato: la dieta del minestrone non prevede alcun equilibrio alimentare, anzi. Pur essendo ricca in fibre e vitamine, la dieta manca quasi del tutto di proteine, grassi essenziali e carboidrati. 
  • Stress e deperimento: questa dieta ipocalorica non apporta abbastanza energia all’organismo per soddisfare i suoi bisogni quotidiani. In più con questa dieta non si raggiunge il senso di sazietà, con un grande stress a livello psicologico. 

I grandi difetti di questo regime alimentare ci portano a considerarlo come una scelta sbagliata per chi vuole perdere peso in modo sano. 

Chiudi il menu